WE ARE PUZZLE

SCOPRI LE SESSIONI

SABATO 25 MAGGIO

PLENARIA

SABATO 25 MAGGIO 10:00-11:00

CIASCUNO UNICO, NESSUNO SOLO

DOTT. ARMIENTO

PLENARIA

LA PLENARIA:
“Conosci te stesso!” E cosa scopri? Che nessuna parola può davvero chiuderti in una definizione; quando dici “io” sei sempre di più di qualunque “un”. E nessun mercato, nessuna ideologia, nessuna relazione tossica, neanche quella con te stesso, può esaurire il tuo valore, la tua okness assoluta. Ti indigni verso il male, cerchi un senso nelle cose, vuoi essere libero e realizzare i tuoi talenti. E cosa scopri? Che non puoi non farlo! Ma allora non sei davvero tu l’origine di te stesso: “sai di non sapere”… Un desiderio di Bene ti precede. E ti invita. La Psicologia Positiva ci dimostra il valore terapeutico delle antiche “virtù” e ci indica la strada di una felicità fondata su relazioni buone. “We are puzzle”. Ciascuno unico, nessuno solo. Tutti dallo stesso Sorriso Prima di Tutto.

LAB AUTOCOSCIENZA

SABATO 25 MAGGIO 11:10-13:30

DAVANTI ALLO SPECCHIO

PROF.SSA ZAZZARONI

LAB STUDENTI

IL LAB:
Guardarsi allo specchio rappresenta da sempre la metafora del viaggio conoscitivo di se stessi e se stesse: non solo la scoperta della propria immagine, ma soprattutto di quanto quella ci trasmette rispetto a ciò che pensiamo, vorremmo, vediamo, ci dicono essere. In un percorso tra alcuni testi letterari selezionati, l’obiettivo è quello di favorire la consapevolezza di sé, per avvicinarsi sempre più alla vera parte di ciascuno e ciascuna; la parte più profonda e vera. La metodologia di conduzione del laboratorio è quella della Bibliopoesiaterapia e prevede attività laboratoriali quali share reading, scrittura, role playing, cooperative learning.

CONOSCI TE STESSO

DOTT. ARMIENTO

LAB STUDENTI

IL LAB:
Obiettivo del laboratorio è quello di aiutare a prendere coscienza della relazione che si ha con se stessi, a identificare alcuni schemi di autosabotaggio che limitano l’okness e a lasciarsi motivare da un Sorriso a osare di più, la gioia!
Attraverso giochi, dinamiche emozionali, visualizzazioni guidate, confronti tra pari e proposte di dialogo interiore benedicente, i partecipanti saranno invitati a riconoscere alcuni schemi di dialogo interiore disfunzionale e incoraggiati – anche attraverso microinterazioni di supporto reciproco – a rivolgere verso di sé un sorriso di apertura a una okness più libera e una una possibilità di azione più creativa.

LA MAPPA DELL’AUTO- COSCIENZA

DOTT.SSA DELLA NOCE

LAB DOCENTI

IL LAB:
Il laboratorio sperimenterà attivamente l’Autocoscienza a partire dal modo di comunicare e di gestire le emozioni e i pensieri. Ci si dedicherà anche alla capacità di riconoscere i propri limiti e le proprie risorse, scoprendone così punti di forze e di debolezza. Verrà costruita insieme ai partecipanti una mappa: la mappa dell’autocoscienza. Questa permetterà ai docenti partecipanti di essere consapevoli di ciò che viene fatto e di come viene fatto, aiutandoli nella gestione delle proprie capacità e permettendo così di fare un buon viaggio.

LAB EMPATIA

SABATO 25 MAGGIO 14:30-17:00

EMPATIA: NON SOLO AIUTO, MA AMORE

PROF. ALTOMONTE

LAB STUDENTI

IL LAB:
L’Empatia, “nel pathos, nel vissuto dell’altro”,  è la capacità di essere in comunione e in amore fraterno in allegria con l’altro. Attraverso il laboratorio, i ragazzi potranno impersonare dei personaggi in maniera tale da sentire in prima persona le emozioni e poterle comprendere meglio, dargli un nome e scoprire come tutte le emozioni possano essere positive e negative.

IL CORAGGIO DELL’EMPATIA

DOTT. MARCO GASPARRI

LAB DOCENTI

IL LAB:
Il coraggio dell’empatia è la capacità di comprendere e condividere i sentimenti degli altri, anche quando sono diversi dai nostri. È la capacità di mettersi nei panni di qualcun altro e vedere il mondo dal suo punto di vista. L’empatia è importante perché ci permette di connetterci con gli altri a un livello più profondo. Ci aiuta a costruire relazioni, risolvere conflitti e creare un mondo più compassionevole. Perché il coraggio? L’empatia non è sempre facile. Può essere scomodo e doloroso ascoltare le storie degli altri del loro dolore e della loro sofferenza. Può essere difficile vedere il mondo attraverso un obiettivo diverso dal nostro.

PLENARIA

SABATO 25 MAGGIO 17:30-19:30

IMPARA E SOGNA IL TUO DOMANI CON LE 3 C DELLA COMPETENZA 

DOTT. NOE’

PLENARIA

LA PLENARIA:
Il dottor Salvo Noè , noto psicoterapeuta, mediatore familiare e docente di psicologia, autore di scritti sulla psicologia e sul sostegno ai giovani, ci condurrà insieme alla scoperta di come possiamo vivere meglio la nostra vita con le competenze, con la flessibilità mentale e l’intelligenza emotiva. Attivando ulteriormente, con nuovi tasselli questo “WeAre Puzzle”, il puzzle della nostra vita. Per Crescere bene.

INTERVIENE  IL DOTT. ADRIANO TOMBA

Segretario Generale della Fondazione Cattolica Assicurazioni

CENA BUFFET – Realizzata da “Ristorante Franco Rossi

SCOPRI IL MENU’

DOMENICA 26 MAGGIO

PLENARIA

DOMENICA 26 MAGGIO 10:00-11:00

LA RILEVANZA DELLA PRATICA DELLE VIRTU’ PER AGIRE INSIEME

PROF. ZAMAGNI

PLENARIA

LA PLENARIA:
Stefano Zamagni è professore ordinario di economia politica all’Università di Bologna ed Adjunct Professor of International Political Economy alla Johns Hopkins University. Docente in numerosi master in Italia e all’estero, grazie alle sue abilità oratorie ed alla contagiosa forza argomentativa è un apprezzatissimo conferenziere e un instancabile divulgatore dell’economia civile. Ha collaborato con numerosi governi alla stesura di leggi e con gli ultimi tre pontefici per la stesura di documenti a contenuto economico ed è Presidente della Pontificia Accademia delle Scienze Sociali. Durante la sua carriera di studioso delle scienze umane Zamagni ha vinto numerosi premi, ottenuto prestigiosi riconoscimenti, onorificenze e lauree honoris causa.

LAB GESTIONE DELLE EMOZIONI

DOMENICA 26 MAGGIO 11:00-13:15

COMUNICARE LE EMOZIONI NEL CINEMA

PROF.SSA FARINACCI

LAB STUDENTI

IL LAB:
Quando le luci si abbassano e lo schermo si accende, sia che ci troviamo al cinema o comodamente seduti nella nostra stanza, ci lasciamo trasportare in un mondo di emozioni e storie coinvolgenti. Attraverso l’esplorazione di alcuni grandi film che hanno marcato la storia del cinema, i partecipanti avranno l’occasione di scoprire come tecniche cinematografiche quali l’uso di piani, inquadrature e movimenti di macchina, colore e suoni siano utilizzati dai registi per coinvolgere emotivamente gli spettatori.

NAVIGANDO TRA LE EMOZIONI

DOTTOR GIORDANO

LAB STUDENTI

IL LAB:
Saper riconoscere le proprie emozioni e imparare a dar loro un nome aiuta a gestirle in maniera positiva e ad evitare situazioni di difficoltà sia nella vita offline che in quella online. L’obiettivo è quello di migliorare la consapevolezza emotiva dei ragazzi, sviluppare il loro senso critico e l’auto-regolazione emotiva e allenare l’empatia nelle relazioni in presenza e nel digitale. La metodologia di conduzione del laboratorio è molto interattiva e prevede attività quali il role playing, il cooperative learning, il brain-storminge il debate.

ALLA RICERCA DELLA FELICITÀ

PROF.SSA TOTO

LAB DOCENTI

IL LAB:
ALLA RICERCA DELLA FELICITA’: COSTRUIRE IL BENESSERE A PARTIRE DALLE EMOZIONI. Per Seligman (2005) tra gli elementi alla base della felicità vi sono le emozioni positive, che provocano piacere in chi le sperimenta. Difatti, verso quali azioni si ritorna costantemente, se non verso quelle che ci hanno fatto sentire meglio? Nella vita di tutti i giorni capita però di avere a che fare anche con altre emozioni, non necessariamente percepibili come “positive”, che se non riconosciute e gestite possono provocare effetti indesiderati, e ostacolare lo sviluppo di benessere. In questo laboratorio, basato sulle metodologie del role-playing e dello storytelling, parleremo di empatia e alessitimia, di gestione emotiva e di umanizzazione dell’altro, in un’ottica inclusiva e che accolga in sé le diverse sfumature dell’individualità umana.

PLENARIA

DOMENICA 26 MAGGIO 15:00-16:15

BELLEZZA, PENSIERO E VISIONE

PROF.SSA  BEATRICE BALSAMO

PLENARIA

LA PLENARIA:
Come il pensiero fecondo e gentile possa creare, nelle immagini, un Velo di Bellezza che sia attento alla persona e alla sua cura, nell’oggi.
La Bellezza è una forza unificante, argine a ciò che deforma (il divisivo, il nocivo, la violenza), è così una forma di salvezza e una categoria morale. La Bellezza è “un velo” che protegge, ma è pure contrasto al pulsivo(impulsivo) acefalo e muto. Ci ricordano ciò, sia il pensiero greco antico, sia quello umanistico e psicoanalitico. Per il pensiero greco vi è sostanziale coincidenza tra il Bello e il Bene, che sottolinea la vicinanza fra valenza morale e dimensione estetica. Il Bello infatti è pure il con-veniente e decoroso.

PLENARIA

DOMENICA 26 MAGGIO 18:00-19:00

PLENARIA FINALE

PLENARIA

LA PLENARIA:
Saluto finale e testimonianze di fine percorso con S.E. CARD. MATTEO ZUPPI E PROF.SSA G. TOTO