È già chiaro che siamo in questo mondo solo con l’obiettivo di conquistare il cielo, ma per meritarcelo bisogna lavorare.

Il cielo è per i lavoratori e la vita del cristiano è una continua ricerca del cielo.

Questo lavoro, a differenza del lavoro comune, non ha riposo, o meglio non ha bisogno di riposo, perché Nostro Signore ha detto: “Il mio fardello è leggero e morbido è il mio giogo”.

E questo lavoro ha un unico obbligo, fare tutto per amore, che siano i tuoi obblighi professionali, pastorali, quotidiani, domestici, non importa! Ciò che conta è l’amore con cui vengono realizzati.

L’amore ci aprirà le porte del paradiso.

Realizza tutti i tuoi obblighi per amore, puntando al servizio di Dio e del prossimo.

Non perdere tempo, conquista il cielo, perché presto le tende di questa vita si chiuderanno e non avremo un’altra occasione e sarà troppo tardi per rendersi conto che la vita ad un respiro assomiglia.